Gravidanza Fisiologica

A baia CENTRO ginecologico SPECIALIZZATO nell'assistenza durante la gravidanza

Il Centro Ginecologico Rigatti è altamente specializzato nella realizzazione di visite specifiche riguardanti il periodo di gestazione. L’attività con sede a Baia (NA) in Via Lucullo 37 infatti, offre la possibilità di sottoporsi a esami specialistici durante tutto il corso della gravidanza fisiologica, termine che sta ad indicare un tipo di gravidanza caratterizzata da un decorso privo di particolari complicanze e che interessa circa il 90% delle future madri. Di seguito avrete modo di prendere visione di tutti gli esami principali e degli accertamenti da compiere durante una gravidanza fisiologica, i quali vengono eseguiti al fine di diagnosticare eventuali patologie e di limitare possibili conseguenze materno-fetali.
Contatti
Ecografia di un feto

I principali esami da svolgere durante una gravidanza fisiologica

Nelle righe che seguono sono elencati gli esami da effettuare a seconda delle settimane di gravidanza. 
  •   PRIMO TRIMESTRE 
Nel momento immediatamente successivo all’accertamento della gravidanza viene eseguito il pap-test e viene determinato il gruppo sanguigno e il fattore RH e si esegue il test di Coombs indiretto.
Quest’ultimo serve ad escludere l’eventuale presenza di “anticorpi anti emazie” che potrebbero portare alla rottura dei globuli rossi nel feto (emolisi), e nelle donne RH - deve essere compiuto con cadenza mensile durante l’intero decorso della gravidanza.
Gli altri esami da compiere durante il primo trimestre consistono nella determinazione di eventuali condizioni di anemia o carenza di piastrine (esame emocromocitometrico), nel monitoraggio delle funzioni legate al fegato, ai reni e al metabolismo degli zuccheri (AST, ALT, creatininemia, glicemia), nell'esclusione di patologie quali sifilide, toxoplasmosi, rosolia, epatite B e C e AIDS (toxotest, rubeotest, VDRL, TPHA, HBsAg, Anti-HCV, ANTI- HIV1-2), e nella determinazione di eventuali alterazioni renali (esame delle urine). 
Sempre nel primo trimestre viene eseguita una scrupolosa ecografia ostetrica.

  • SECONDO TRIMESTRE 
Tra gli esami compiuti nel secondo trimestre tra la sedicesima e la diciassettesima settimana sono contemplati: 
  • alfafetoproteina plasmatica, il quale determina l’indice di rischio di malformazioni nel tubo neurale; esame delle urine per rivelare eventuali patologie renali; 
  • urinocoltura, la quale esclude infezioni urinarie
  •  il test di Coombs indiretto, che viene eseguito solo se il gruppo sanguigno è RH 
Per quanto riguarda gli esami da compiere tra le settimane 20 e 22 di una gravidanza fisiologica segnaliamo: 
  • esame emocromocitometrico per rivelare l’eventuale presenza di anemia 
  • creatininemia per monitorare l’indice di funzionalità renale
  • esame delle urine ecografia ostetrica 
  • toxotest e/o rubeotest 
  • test di Coombs 
TERZO TRIMESTRE 
Tra la ventiseiesima e la ventottesima settimana della gravidanza è necessario effettuare i seguenti esami: esame emocromocitometrico per rivelare la presenza di anemia; 
  • creatininemia per monitorare il corretto funzionamento dei reni; 
  • esame delle urine per escludere la presenza di diabete;
  •  test di Carpenter (GCT glucose challenge test) che prevede la somministrazione di un carico di glucosio di 50 grammi ed è propedeutico all’OGTT (esame che consente di valutare la presenza di diabete gestazionale);
  •  toxotest e/o rubeotest (solo in caso di risultato negativo nelle prime analisi) 
  •  test di Coombs indiretto (solo in caso di gruppo RH -) 
Tra la trentesima e la trentaquattresima settimana è invece necessario eseguire l’ecografia ostetrica, l’esame delle urine, l’esame emocromocitometrico, AST, ALT e cretininemia, PT (tempo di pretrombina), aPTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), fibrinogeno e ntitrombina III (esami di screening della coagulazione). 
Durante le settimane che intercorrono tra la trentaquattresima e la trentaseiesima bisogna invece sottoporsi a esami quali: 
  • tampone vaginale per la ricerca del batterio dello Streptococco beta-emolitico
  • esame emocromocitometrico
  • AST, ALT, creatininemia
  • HBsAg, marcatore dell’Epatite B; esame delle urine
  •  elettrocardiogramma; eventuali test di Coombs, toxotest e/o rubeotest. 
Nelle ultime settimane della gravidanza fisiologica poi, l’esame principale da compiere è la CTG (cardiotocografia), che consente di isolare il battito cardiaco fetale tramite l’appoggio di due sonde sull'addome della paziente le quali vanno mantenute in sede per circa 30 minuti.   
Dettaglio dell'ecografia di un feto

Visite ostetriche

Di fondamentale importanza, la prima visita ostetrica deve essere effettuata necessariamente entro il primo trimestre di gravidanza, mentre quelle successive vengono eseguite con cadenza mensile.
Oltre alle visite in questione, che prevedono la misurazione della pressione arteriosa in quanto parametro indispensabile per il monitoraggio del feto e della madre, la paziente dovrà comunicare settimanalmente le proprie variazioni di peso, e dovrà inoltre riferire immediatamente eventuali bruschi aumenti ponderali, la rapida comparsa di edemi sulle gambe, eventuali sanguinamenti o sintomi affini.
Desiderate ricevere maggiori info sugli esami da effettuare in gravidanza? Compilate il nostro modulo di contatto e scoprite di più!
Share by: